ADINOLFI: EUTANASIA, DA SPERANZA PAROLE GRAVI
“Non si possono ammazzare le persone senza una legge”

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, risponde al ministro della Salute Roberto Speranza che in una lettera a un quotidiano si è detto favorevole alla pratica del suicidio assistito anche sul territorio italiano: “Dal ministro Speranza arrivano parole gravi che annunciano di voler mettere in atto soppressioni di esseri umani sul territorio italiano, pur riconoscendo l’assenza di un quadro normativo. Speranza vuole scaricare l’onere della tragica decisione senza ritorno sulle ASL, ma questo sarebbe un comportamento politicamente ed eticamente irresponsabile.

Il Popolo della Famiglia presidierà il territorio affinché nessun omicidio, mascherato da suicidio assistito o da eutanasia, sia perpetrato sul territorio nazionale prima che il Parlamento si pronunci sul tema. Le cruciali questioni bioetiche non si risolvono per sentenza ma con decisioni chiare assunte dal popolo italiano attraverso i suoi legittimi rappresentanti. Ogni altra scorciatoia sarebbe un sopruso grave rispetto al principio chiave dell’ordinamento giuridico italiano che vede nella vita umana un bene indisponibile”.

 1,198 totale visite,  3 visite di oggi